certnews logoCome utilizzare (quasi) qualsiasi fotocamera come webcam

Le fotocamere, anche quelle nei telefoni, si vantano dei megapixel e delle specifiche dell'obiettivo – ma i laptop? Non così tanto. C'è un motivo per cui le società di computer non dicono molto sulle webcam che vengono integrate nelle cornici dei loro schermi. La maggior parte di queste fotocamere sono di bassa qualità, con sensori minuscoli e obiettivi economici. Certo, lavorano per la videoconferenza di base, ma non sono molto impressionanti e certamente ci lasciano desiderare qualcosa di più.

Mentre potresti semplicemente acquistare una webcam stand-alone che si collega tramite USB, per aumentare davvero il valore della produzione, puoi optare per una DSLR o una fotocamera mirrorless . Avrai bisogno di alcune soluzioni alternative per far riconoscere questo tipo di fotocamera dal tuo computer come webcam, ma il problema vale per la risoluzione più elevata, le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione molto migliori e la sfocatura cinematografica dello sfondo.

Per fare ciò, avrai bisogno di hardware e / o software specifici per far funzionare la tua fotocamera e il tuo computer. Fortunatamente, con gli strumenti giusti, utilizzare la DSLR o la fotocamera mirrorless come webcam è una procedura semplice. Con i principali produttori di fotocamere come Canon, Fujifilm, Panasonic e Olympus che hanno recentemente creato un'opzione webcam nel loro software gratuito, l'adattamento della fotocamera da utilizzare come webcam sta diventando ancora più semplice.

La soluzione hardware

La maggior parte dei computer non è in grado di leggere in modo nativo il video proveniente dall'uscita HDMI di una fotocamera. Se il tuo computer ha una porta HDMI, è probabilmente una porta di uscita. E mentre le telecamere hanno porte USB, generalmente non inviano un segnale video pulito attraverso di esse.

Avrai bisogno di un dispositivo che converte il feed HDMI della tua fotocamera in un'uscita USB che il tuo computer penserà sia una webcam collegata. Il vantaggio di questa configurazione è che in genere è possibile utilizzare qualsiasi sorgente HDMI come input, da una fotocamera a una console di gioco a un altro computer, e l'output può essere utilizzato come preferisci, dalla videoconferenza al live streaming o alla registrazione.

La qualità del video che il tuo computer riceve è limitata dal dispositivo. Anche se hai una fotocamera in grado di girare video 4K, l'adattatore USB potrebbe supportare solo l'uscita 1080p. Dato che la maggior parte dei live streaming e della videoconferenza sono comunque ridotti a 1080p (o persino 720p), probabilmente questo non è un grosso problema.

Esistono diversi prodotti per raggiungere questo obiettivo. Alcuni dei migliori classificati includono:

  • Elgato Cam Link 4K
  • MiraBox Capture Card
  • Blackmagic Design ATEM Mini

L'ultimo in questo elenco è in realtà uno switcher HDMI a quattro ingressi. Ti consente di connettere più telecamere o altri ingressi HDMI e selezionare quale emettere sul tuo computer, che lo vedrà come una semplice webcam. Ciò consente configurazioni avanzate per lo streaming live con diverse angolazioni, o per condividere uno schermo da un tablet o un telefono o persino materiale stampato tramite una document camera HDMI. Certo, non è necessario per la tua riunione Zoom media, ma ATEM Mini ha molta più flessibilità di un semplice adattatore da HDMI a USB – e non è nemmeno così costoso.

Il prossimo passo è assicurarsi che la videocamera emetta un segnale "pulito". Altrimenti, eseguirai lo streaming di tutto ciò che vedi sullo schermo della fotocamera, inclusi gli overlay dell'interfaccia utente, come le impostazioni di esposizione e gli indicatori di messa a fuoco. Le impostazioni del menu di ciascuna telecamera saranno diverse, ma cerca un'opzione per "display output" o "display informazioni HDMI". Consultare il manuale dell'utente della fotocamera se non è possibile trovare tali impostazioni.

Si noti che mentre l'uscita HDMI pulita è diventata una funzionalità più popolare, non è ancora presente su tutte le fotocamere ed è in genere riservata ai modelli di fascia media e alta.

Quindi, imposta la tua attenzione. Se la tua fotocamera ha la messa a fuoco automatica con rilevamento del volto (o, meglio, il rilevamento degli occhi), questa è una grande funzionalità da accendere in quanto eliminerà tutte le congetture dalla messa a fuoco. Se la fotocamera non dispone di questa funzione, è possibile utilizzare l'autofocus continuo standard (C-AF), sebbene ciò non sia affidabile. Puoi anche preimpostare manualmente la messa a fuoco, ma dovrai assicurarti di non muoverti durante il video.

Infine, dire alla piattaforma di chat video che si desidera utilizzare una videocamera oltre alla webcam integrata andando alle impostazioni e passando alla videocamera collegata. (Ecco come cambiare la fotocamera in Zoom e Skype ).

La soluzione software

Alcuni programmi software sono in grado di catturare il feed video da una videocamera collegata direttamente alla porta USB senza disturbare affatto con HDMI. Queste soluzioni software sono tuttavia meno universali delle schede video. Sono disponibili software di terze parti, ma dal momento che 2020 ha reso il lavoro da casa una necessità per molti, diversi produttori hanno lanciato le proprie soluzioni native. Canon, Fujifilm, Panasonic ed Olympus stanno integrando una funzione webcam nel software nativo (e gratuito). La maggior parte di questi programmi sono opzioni beta lanciate di recente, ma offrono agli utenti un modo per utilizzare la fotocamera come webcam senza acquistare accessori aggiuntivi. Se si utilizza un software del produttore o di terze parti, è necessario il cavo USB fornito con la fotocamera.

Canon offre una versione beta pubblica della sua nuova app EOS Webcam Utility che consente di collegare e riprodurre una videocamera come webcam tramite USB. Inizialmente disponibile solo per Windows, è stata recentemente introdotta una versione per MacOS che consente alle telecamere di adattarsi a entrambi i sistemi operativi.

Fujifilm ha anche saltato sul carro con Fujifilm X Webcam . L'app, disponibile per Windows con una versione MacOS in sviluppo, funziona con diverse fotocamere mirrorless Fujifilm di fascia alta, tra cui X-T2, X-T3 e X-T4 e tutti i modelli GFX di medio formato.

Fujifilm ha anche rilasciato aggiornamenti del firmware per X-A7 e X-T200 entry-level il 22 giugno che consentono alle telecamere mirrorless di essere utilizzate come webcam USB indipendenti, senza la necessità di software speciali. Le telecamere verranno visualizzate in qualsiasi app di videoconferenza, su MacOS o Windows, come webcam selezionabile. Tuttavia, la maggior parte delle impostazioni della fotocamera, inclusa l'esposizione, verrà bloccata automaticamente, sebbene sia possibile utilizzare la compensazione dell'esposizione per rendere l'immagine più chiara o più scura.

Panasonic Lumix Tether for Streaming è un nuovo programma beta che consente di utilizzare alcune fotocamere mirrorless Panasonic Lumix come webcam su Windows. Il programma è simile al precedente programma di tethering di Panasonic, ma elimina le sovrapposizioni come le caselle di messa a fuoco dall'immagine, offrendo un output pulito adatto all'uso in videoconferenza.

Olympus è l'ultimo ad aggiungere un'opzione webcam nativa con OM-D Webcam . Questo software beta è compatibile con Windows 10 e ha bisogno di una delle cinque più avanzate fotocamere OM-D per funzionare, tra cui E-M1X, E-M1, E-M1 Mark II, E-M1 Mark III e E-M5 Mark II. Dopo aver installato il software e aver collegato la videocamera, gli utenti possono selezionare la videocamera come opzione del dispositivo nel proprio software di videoconferenza preferito.

I programmi di cui sopra sono, ovviamente, progettati per funzionare solo con fotocamere prodotte dai rispettivi marchi e anche in questo caso alcuni modelli più vecchi o economici potrebbero non essere compatibili. Man mano che la videoconferenza cresce, altri produttori di telecamere probabilmente seguiranno l'esempio con i propri programmi per adattare le telecamere alle webcam. Sony, ad esempio, prevede di introdurre il supporto per webcam per la sua videocamera per vlogging ZV-1 a luglio.

Ci sono anche opzioni di terze parti. SparkoCam è un programma Windows che consente alle DSLR Canon e Nikon di funzionare come webcam senza alcun hardware speciale ( verificare prima la piena compatibilità con la fotocamera). Il programma è gratuito, ma inizia a $ 50 per rimuovere la filigrana di grandi dimensioni. Sfortunatamente, non è disponibile per Mac.

Ci sono anche alcuni hack gratuiti per far funzionare una videocamera come webcam senza una scheda di acquisizione, anche se l'installazione non è la più fluida.

A differenza dell'uso dell'HDMI, l'USB non fornisce l'accesso al microfono della fotocamera, quindi questi strumenti software richiedono comunque l'utilizzo del microfono incorporato del computer o di uno esterno.

Altri accessori di cui potresti aver bisogno

Dato che probabilmente non puoi montare la tua fotocamera direttamente sul monitor senza, beh, bloccarla, avrai bisogno di una sorta di treppiede. Per la videoconferenza, un treppiede da tavolo compatto è probabilmente il modo migliore per andare. Siamo fan della serie Joby GorillaPod e del Manfrotto Pixi, che troverete entrambi elencati tra le nostre scelte per i migliori treppiedi .

E mentre stai aggiornando la qualità del tuo video, probabilmente è un buon momento per dare un'occhiata anche alla tua qualità audio. L'aggiunta di un microfono USB esterno al computer è un modo infallibile per migliorare il suono della tua voce. Per un po 'di ispirazione, guarda come Dan Baker, produttore di Digital Trends, ha creato il suo ufficio a casa per lo streaming live .

Raccomandazioni degli editori

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...