certnews logoPer competere con Tesla, le nuove auto elettriche devono soddisfare questi 4 criteri

Questo articolo ci viene fornito da EVANNEX , che produce e vende accessori Tesla aftermarket. Le opinioni ivi espresse non sono necessariamente nostre su InsideEVs, né siamo stati pagati da EVANNEX per pubblicare questi articoli. Troviamo interessante la prospettiva dell'azienda come fornitore post-vendita di accessori Tesla e siamo disposti a condividerne il contenuto gratuitamente. Godere!

Pubblicato su EVANNEX il 24 luglio 2020 da Charles Morris

Dato che gli esperti di borsa si legano a nodi nel tentativo di spiegare come Tesla sia diventata la casa automobilistica più preziosa del mondo nel giro di pochi anni, può valere la pena ripetere alcuni principi di base di Investire 101.

Sopra: Tesla's Model 3 e Model Y (Image: Tesla )

Una di quelle regole rudimentali è che il mercato azionario è lungimirante. Il prezzo delle azioni di una società non riflette ciò che l'azienda ha fatto nell'ultimo trimestre, ma piuttosto ciò che il mercato pensa che farà un anno o più anni nel futuro. Investire significa fare ipotesi ponderate su come sarà il futuro e prevedere quali imprese saranno in grado di prosperare in quel futuro e quali probabilmente rimarranno indietro. Se accetti che il futuro dell'industria automobilistica sia elettrico (e quasi tutti i CEO del settore automobilistico lo fanno, o sostengono di farlo), è praticamente un gioco da ragazzi scommettere su Tesla.

Il professor Bradford Cornell ha affrontato questo tema nel corso di diverse colonne su Tesla. Il suo ultimo pezzo, che è apparso in ValueWalk , riassume alcuni dei suoi argomenti passati in una spiegazione eloquente del perché il titolo TSLA sta continuando la sua ascesa in orbita, mentre le azioni delle case automobilistiche legacy rimangono legate alla terra.

Per anni, abbiamo sentito parlare di un'ondata di " assassini Tesla " che presto arriveranno dalle case automobilistiche legacy, ma quell'onda sembra non arrivare mai. Ho guidato la maggior parte delle offerte di veicoli elettrici là fuori, e alcune sono eccellenti automobili, ma nessuna può battere ciò che Tesla ha da offrire, e finora, nessuna viene venduta in nessun volume reale.

Per il professor Cornell, un veicolo elettrico di successo deve selezionare quattro caselle: ha bisogno di un design elegante, ampia gamma e un prezzo ragionevole e deve essere disponibile in quantità. Solo Tesla Model 3 e Model Y selezionano tutte e quattro le caselle. Bolt, LEAF, i3, I-PACE, e-tron, Taycan e persino nuove offerte come la Polestar, mancano tutte almeno di una di queste qualità.

Continuiamo a conoscere nuovi fantastici veicoli elettrici in cantiere, ma questi continuano a essere ritardati. Il SUV di lusso Mercedes EQC 400, inizialmente previsto per la vendita negli Stati Uniti quest'anno, non arriverà fino al 2021. Anche l'ID.4 della Volkswagen e il Mach E della Ford sono lontani almeno un anno, e la Toyota si sta ancora preoccupando dell'idrogeno .

Questi sono tutti temi familiari che sono stati discussi spesso in questo spazio e altri negli ultimi due anni. È chiaro che il tempo non è dalla parte dei marchi automobilistici legacy. Tuttavia, il professor Cornell richiama l'attenzione su un aspetto della situazione che non ha ricevuto molte discussioni: più a lungo i vecchi (e una ragazza) assumono una posizione di attesa , più problemi avranno rispetto a Tesla, e questo potrebbe dare al mulinello un vantaggio competitivo insormontabile.

L'alto prezzo delle azioni di Tesla gli dà accesso a un sacco di capitale. E sta usando quel capitale per costruire nuove fabbriche , sviluppare nuovi modelli e nuove funzionalità e migliorare continuamente la sua tecnologia di produzione.

Sopra: Tesla attualmente vende la quota di leone dei veicoli elettrici negli Stati Uniti e ha aumentato la sua quota di mercato nell'ultimo anno (Fonte: Axios )

Anche i giganti dell'auto non hanno accesso a molti capitali? Ovviamente. Ma a differenza di Tesla, non stanno dedicando tutto, o anche la maggior parte, del loro investimento ai veicoli elettrici. Hanno linee di prodotti esistenti per mantenersi in vita, reti di concessionari per mantenersi felici, e ora una pandemia di uccisioni economiche per combattere.

Il CEO di Audi ha appena proclamato che i veicoli ICE "saranno vivi per molto tempo" e che la società "continuerà a investire massicciamente nello sviluppo di motori a combustione".

La rivista tedesca Auto motor und sport (via CleanTechnica ) riferisce che il reparto vendite di VW ha combattuto contro l'attenzione dell'azienda sulle auto elettriche. Il CEO Herbert Diess voleva sostituire le versioni ICE esistenti del piccolo Up! la city car e la berlina di lusso Passat con modelli elettrici, ma i concessionari hanno annullato entrambe le mosse, quindi le versioni a gas di entrambe le auto vivranno e continueranno a consumare capitali.

Sta diventando chiaro che le vendite di veicoli elettrici (che praticamente significano vendite di Tesla) subiranno molto meno un colpo dalle turbolenze economiche legate al COVID rispetto ai veicoli ICE. Nel secondo trimestre di quest'anno, le consegne di Tesla sono state 90.650, solo leggermente inferiori alla cifra di 95.200 del secondo trimestre del 2019. GM, Toyota, Fiat Chrysler, Ford e Audi hanno visto tutte le loro consegne scendere di oltre il 30% nel secondo trimestre.

Questi tre esempi del mondo reale illustrano tre inseguimenti improduttivi ( ce ne sono altri ) a cui i produttori automobilistici legacy sono costretti a dirigere gran parte della loro attenzione (e denaro), mentre Tesla sta investendo nel futuro.

Per tornare ai quattro criteri del professor Cornell per un veicolo elettrico di successo, penso che il numero 4, la diffusa disponibilità, sia probabilmente il più problematico per la vecchia guardia, a meno che non cambino le loro strategie. Sì, Big Auto sta investendo quelli che sembrano grandi soldi per l'elettrificazione, ma i loro piani sono ancora troppo timidi per affrontare Tesla . GM e Ford pianificano collettivamente di produrre circa 325.000 veicoli elettrici nel 2026. Tesla ha prodotto oltre 367.000 veicoli elettrici nel 2019.

Come riassume Cornell, "Se i concorrenti non iniziano a produrre auto elettriche interessanti, a prezzi ragionevoli su larga scala , potrebbero dover affrontare lo stesso destino dei rivenditori che non hanno risposto rapidamente ad Amazon."

===

Scritto da: Charles Morris ; Fonte: ValueWalk , Auto motor und sport via CleanTechnica , Grafico: Axios

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...