certnews logoTV QLED Samsung Q90T TV QLED Samsung Q90T


Per anni, abbiamo aderito al principio di base che i televisori luminosi erano migliori per le stanze luminose e i televisori più scuri sono migliori per le stanze più buie. Tradizionalmente ciò significa che abbiamo consigliato TV QLED per persone con soggiorni luminosi e aperti e OLED per persone che hanno un home theater o un seminterrato a luce controllata.

Ma è possibile che il Samsung Q90T QLED eccella in entrambi? La risposta, con alcuni avvertimenti, sembra essere sì.

Questo perché il Samsung Q90T è progettato per essere un televisore luminoso, soprattutto se lo si utilizza nell'impostazione dell'immagine dinamica, dove può raggiungere oltre 2.000 nit di luminosità massima. Tuttavia, impostalo su un'altra impostazione come Film o Naturale e improvvisamente la luminosità scende ai livelli di home cinema appropriati.

È questa la soluzione ai tuoi complicati problemi di illuminazione? O la versatilità è un'arma a doppio taglio? Ecco com'è trascorrere una settimana con la TV QLED Samsung Q90T.

Prezzo e data di uscita

La TV QLED Samsung Q90T fa parte del catalogo TV Samsung 2020 e si trova in cima alla gamma QLED 4K del produttore. Ci sono TV QLED 8K di fascia alta come Q800T e Q950T , ma il Samsung Q90T è il migliore che puoi ottenere con una risoluzione 4K.

Nonostante sia meno costoso al momento del lancio rispetto al Samsung Q90R QLED TV dello scorso anno, il Samsung Q90T non è esattamente quello che considereremmo economico. Il Q90T è disponibile in quattro dimensioni: 55, 65, 75 e 85 pollici – a partire da $ 1.499 (£ 1.399) per il QN55Q90T da 55 pollici e fino a $ 4.499 per il mostruoso schermo da 85 pollici, sebbene sia disponibile solo negli Stati Uniti a quella dimensione. Il modello che ci è stato inviato per la revisione è il QN65Q90T da 65 pollici che ti costerà circa $ 2.199 (£ 2.199).

Ovviamente, se è un po 'più di quanto volevi spendere, puoi sempre prendere la TV Samsung Q80T QLED con specifiche simili che utilizza anche l'oscuramento locale completo o scendere al Samsung Q70T o Q60T che utilizza invece l'illuminazione laterale . Stai compromettendo il contrasto se lo fai, ma il Samsung Q60T / Q70T costa la metà del Q90T.

TV QLED Samsung Q90T

(Credito immagine: Samsung)

Design

Il Samsung Q90T è in realtà un po 'più economico dell'ammiraglia Samsung Q90R dello scorso anno perché Samsung ha apportato alcuni tagli in termini di design della TV: non c'è OneConnect Box e ci sono meno zone di oscuramento locali rispetto allo scorso anno. Inoltre, è ancora uno schermo abbastanza grosso, soprattutto quando lo hai seduto accanto a un OLED sottile come un rasoio.

In termini di design esterno della TV, stai guardando una cornice quasi invisibile che si trova (abbastanza solidamente) su un piedistallo metallico. Dà allo schermo un aspetto dell'era spaziale e può essere un vero inizio di conversazione quando è in modalità Ambient.

Giralo di lato e vedrai il rivestimento in alluminio spazzolato che si trova a circa un pollice e un quarto di profondità. Confrontalo con il design profondo un quarto di pollice dell'LG CX OLED e il Samsung sembra enorme al confronto. Il motivo della circonferenza extra del Samsung Q90T è che contiene una retroilluminazione a LED FALD piuttosto che un pannello autoemissivo, ma torneremo per spiegare cosa significa e perché è importante tra un minuto.

Gira tutto intorno e troverai le porte per la TV. Quest'anno, il Samsung Q90T offre una singola porta HDMI 2.1 con tre porte HDMI 2.0b, due porte USB, un'uscita ottica digitale e una porta Ethernet insieme a un connettore coassiale per vecchi decoder via cavo o antenne. È un po 'un peccato che solo una porta sia HDMI 2.1, tuttavia è meglio di niente.

Mentre i cavi si infilano bene dietro lo schermo, è un po 'un peccato che Samsung abbia rimosso il OneConnect Box dalla serie Q90. Ciò ti ha permesso di inserire tutte le tue connessioni HDMI in una singola scatola, quindi di far passare un piccolo cavo quasi invisibile alla TV stessa. Non è un insuccesso, ma è sicuramente uno svantaggio tangibile per chiunque abbia intenzione di montarlo a parete.

(Credito immagine: Samsung)

Smart TV (Tizen)

La configurazione della TV viene eseguita con il telecomando o, se ti senti un po 'più avventuroso, tramite l'app SmartThings sul tuo telefono o tablet.

L'impostazione della TV tramite l'app SmartThings richiede quasi tutto il tempo necessario quando si utilizza il telecomando e non c'è un enorme vantaggio nell'usare l'app se non si prevede di accedere all'ecosistema Samsung.

Detto questo, Tizen stesso è una solida piattaforma TV intelligente. È veloce, reattivo, supporta due assistenti e trasporta la maggior parte dei principali servizi di streaming. L'unico aspetto negativo è che, rispetto a Roku TV o persino ad Android TV, la ricerca di Bixby non è ancora eccezionale.

In termini di supporto delle app, troverai tutte le app tradizionali – Netflix, Amazon Prime Video, Disney Plus, Rakuten TV, Apple TV, Hulu e YouTube – con poche o nessuna eccezione. Tutte le app che ti aspetteresti di fare 4K HDR come Netflix e Prime lo fanno, tuttavia, poiché è Samsung non troverai il supporto Dolby Vision qui e rimarrai bloccato con HDR10 + .

Oltre a tutto ciò, c'è Mobile Multi View con Casting che ti consente di vedere l'immagine TV e il tuo smartphone simultaneamente, e la modalità Ambient, che torna quest'anno e aiuta la tua TV a fondersi con lo sfondo quando non viene guardata.

In effetti, l'unica grande novità che abbiamo trovato su Tizen quest'anno è l'aggiunta dell'app Samsung Health che è stata annunciata al CES 2020. Collega la TV all'app Samsung Health sul tuo telefono e sarai all'altezza -Dati di fitness in minuti monitorati tra i dispositivi. L'app stessa include lezioni di yoga, consapevolezza, allenamento della forza, stretching, sbarra, pilates, danza, cardio e altro ancora, con più partner che potenzialmente arriveranno più tardi lungo la linea.

Allora qual è lo svantaggio? Il problema che abbiamo con Tizen è che, quando utilizzi Bixby come assistente predefinito, la ricerca di film può essere una sorta di mal di testa.

Supponiamo, ad esempio, che tu voglia guardare il film del 2014 Exodus: Gods and Kings (per qualsiasi motivo) ma non riesci a ricordare il sottotitolo. Semplicemente dicendo "Trova Exodus" o "Mostrami Exodus" non restituisce alcun risultato, il che può essere incredibilmente frustrante.

Lo stesso vale se dici "Mostrami Apple TV Plus" o "Vai a Disney Plus", a cui Bixby risponde che non può aiutarti, nonostante quelle app esistenti nello store.

Un altro esempio che abbiamo trovato in passato è che Bixby pensa che tu stia dicendo "Quattro" invece di "Thor" durante la ricerca dei film Marvel, e semplicemente non sembra mai essere così flessibile nel riconoscimento della lingua come gli altri assistenti intelligenti.

TV QLED Samsung Q90T

(Credito immagine: Samsung)

Prestazione

Allora, cos'è esattamente Full Array Local Dimming (FALD) e perché è importante?

Bene, a differenza dei televisori LED-LCD con illuminazione laterale, i televisori con un pannello full array diretto consentono un migliore contrasto grazie a un numero di zone LED che possono essere attivate e disattivate individualmente. È fantastico per i contenuti HDR in cui hai un'incredibile parte luminosa della scena accanto a una parte davvero scura (una porta aperta con la luce del sole che scorre in una stanza buia, per esempio) dove potresti aver già visto il grigio o un effetto simile a un alone ora sembra esattamente come dovrebbe.

In realtà è il pannello FALD che rende Samsung Q90T così incredibilmente versatile. Come accennato prima, può assolutamente raggiungere 2.000 nits di luminosità massima e riempire di luce il tuo soggiorno. Ma se è troppo luminoso, puoi sempre abbassare la luminosità e, lungo il percorso, anche migliorare la precisione del colore.

Per iniziare su questo percorso, la Q90T offre cinque diverse modalità immagine preimpostate: modalità Dinamica, Normale, Naturale, Film e Filmmaker – e la differenza tra Dinamica e Film potrebbe benissimo superare i 700 nit. Questa è la grande differenza che fanno queste impostazioni.

A un certo livello, questa versatilità è incredibile. Ti consente di essere flessibile nel punto in cui metti il televisore e in quali condizioni di illuminazione influiscono negativamente sulla qualità dell'immagine. È simile in molti modi all'ammiraglia della serie X950 / X95 di Sony che può soddisfare ogni appassionato di AV semplicemente per il numero di modi che ci sono per modificare e giocare con le impostazioni.

Immediatamente fuori dagli schemi, tuttavia, può portare a un dilemma frustrante: la dinamica sarà troppo luminosa per le stanze buie, le modalità Naturale e Film sono troppo scure per le stanze luminose e il regista è impossibile da vedere in quasi tutto tranne un home cinema. La versatilità, in questo caso, è un'arma a doppio taglio.

Ciò significa che utilizzerai principalmente la modalità Normale, poiché presenta il miglior equilibrio tra i livelli di luminosità, ma anche in questo caso dovrai almeno modificare l'elaborazione aggressiva del movimento e le impostazioni di vibrazione di Samsung (chiamate Auto Motion Plus) che elaborano eccessivamente il movimento lento scene. Se guardi principalmente sport, sei libero di lasciarli attivi, ma per la maggior parte degli spettatori di film queste impostazioni possono davvero rovinare la tua esperienza.

La buona notizia è che, finora, non abbiamo notato alcun problema audio. La TV ha otto (!) Altoparlanti incorporati e utilizza la nuova funzione Object Tracking Sound di Samsung che aiuta a dare l'illusione di un suono surround basato su oggetti direttamente dalla TV. Non consigliamo di gettare il tuo sistema Dolby Atmos per gli altoparlanti della TV, ma potrebbe essere una caratteristica promettente per le persone che non sono in grado di spendere per un sistema autonomo.

TV QLED Samsung Q90T

(Credito immagine: Samsung)

Verdetto iniziale

Il Samsung Q90T non offre un'esperienza out-of-the-box che amiamo assolutamente, ma più tempo abbiamo speso per modificare le impostazioni più è cresciuto su di noi. Ha alcune limitazioni (tosse, Bixby) ma i punti di forza in termini di prestazioni delle immagini, riproduzione audio e la sua piattaforma intelligente veloce e reattiva aiutano a sostenere la TV come uno dei migliori televisori di quest'anno.

Continueremo a testare la TV per tutta la prossima settimana e ad aggiornare il nostro punteggio una volta che avremo avuto più tempo a disposizione.

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...