certnews logoLa Cina promuove una nuova iniziativa globale per la sicurezza dei dati, denigrando la “ politicizzazione '' della questione da parte degli Stati Uniti


Un robot intelligente supportato da 5G lavora presso il centro servizi amministrativi il 14 agosto 2020 a Zhoushan, nella provincia cinese di Zhejiang. La Cina ha annunciato un nuovo programma globale di sicurezza dei dati, che sembrava essere almeno in parte in risposta alle restrizioni o al divieto assoluto da parte degli alleati occidentali dell'uso delle merci del produttore cinese di apparecchiature di telecomunicazione Huawei nell'infrastruttura 5G locale. (Foto di Chen Yongjian / VCG tramite Getty Images)

La Cina ha annunciato martedì un programma globale di sicurezza dei dati globale, proponendo molte delle stesse norme internazionali già concordate dalle nazioni occidentali, proteggendo nel contempo l'interesse della Cina a balcanizzare Internet.

Il consigliere di Stato e ministro degli Esteri Wang Yi ha proposto la "Global Data Security Initiative" in una dichiarazione tradotta qui dal think tank New America. Secondo Wang, l'obiettivo dell'iniziativa è consentire ai paesi di gestire i propri regimi legali fintanto che tutte le aziende possono entrare nei mercati con le stesse regole, il tutto proteggendo globalmente la sicurezza delle informazioni.

L'annuncio arriva dopo che una coorte globale di nazioni guidata dagli Stati Uniti ha limitato o bandito completamente l'uso delle merci del produttore cinese di apparecchiature di telecomunicazione Huawei nell'infrastruttura 5G locale. Huawei è stata accusata di una serie di rimostranze, tra cui la violazione delle sanzioni, l'aiuto allo spionaggio economico cinese e il beneficio del furto cinese di proprietà intellettuale straniera. Senza menzionare Huawei per nome, i commenti di Wang hanno lasciato intendere che l'iniziativa sui dati della Cina è, almeno in parte, in risposta alla situazione attuale che coinvolge il produttore.

"La politicizzazione delle questioni di sicurezza dei dati e l'applicazione di doppi standard, fino al punto di avviare liberamente voci per oscurare i nomi degli altri, viola i principi di base delle relazioni internazionali e disturba e ostacola seriamente la cooperazione e lo sviluppo digitale globale", ha detto Wang nella sua dichiarazione.

Il piano cinese comprende otto punti chiave:

  • Mantenere "catene di fornitura globali aperte, sicure e stabili"
  • opporsi ad attacchi informatici che "danneggiano l'infrastruttura critica di altri paesi o rubano dati importanti"
  • Opporsi all'uso della tecnologia dell'informazione per sorvegliare di massa o raccogliere illegalmente dati personali di cittadini su paesi stranieri
  • Richiedere alle aziende di rispettare le leggi sulla localizzazione dei dati e di non trasferire i dati all'estero
  • Rispettare i diritti di gestione dei dati di sovranità di altri paesi e non accedere direttamente a dati situati all'estero da aziende o individui
  • Creare mezzi legali per le forze dell'ordine per il recupero transfrontaliero dei dati da parte delle forze dell'ordine
  • Vieta alle aziende di utilizzare backdoor nei loro prodotti per ottenere illegalmente i dati degli utenti
  • Opporsi al blocco delle società tecnologiche che sfruttano la dipendenza degli utenti dai loro prodotti per cercare guadagni illegittimi

L'accordo proteggerebbe molte delle controverse pratiche sui dati del governo cinese, tra cui costringere le aziende a memorizzare i dati relativi alla Cina sul suolo cinese e una diffusa sorveglianza interna. La Cina è spesso accusata di utilizzare hacker per rubare la proprietà intellettuale archiviata in paesi stranieri.

Molti dei punti della Global Data Security Initiative non sono controversi. Diversi paesi sostengono, ad esempio, che i paesi cessino tutti gli attacchi informatici alle infrastrutture critiche.

Il post Cina spinge una nuova iniziativa globale per la sicurezza dei dati, denunciando la "politicizzazione" degli Stati Uniti che la questione è apparsa per la prima volta su SC Media .

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...