certnews logoFord dona 1,5 milioni di maschere a persone e gruppi del Michigan in difficoltà

  • La donazione di maschere da 1,5 milioni di Ford, annunciata oggi, fa parte di MI Mask Aid , un nuovo programma che darà 4 milioni di maschere a residenti a basso reddito, anziani e persone nelle scuole.
  • Ford ha iniziato a produrre maschere questa primavera e finora ne ha prodotte più di 54 milioni, tutte per uso interno dei dipendenti. L'azienda guadagna circa 1,5 milioni a settimana e quindi ha abbastanza per donare.
  • Altre case automobilistiche continuano a utilizzare le proprie risorse per aiutare le comunità a trattare COVID-19, compresa l'assistenza tecnica di Toyota a un fornitore di DPI.

    Ford sta donando 1,5 milioni di maschere allo stato del Michigan come parte del nuovo programma MI Mask Aid del governatore, che vedrà un totale di 4 milioni di maschere per il viso distribuite ai cittadini come un altro modo per mantenere il coronavirus sotto qualcosa di simile al controllo nello stato.

    Il governatore Gretchen Whitmer ha annunciato il nuovo programma MI Mask Aid venerdì mattina durante una conferenza stampa, dicendo che le maschere saranno disponibili per i residenti a basso reddito, gli anziani e le scuole. L'Agenzia federale per la gestione delle emergenze (FEMA) assisterà nella distribuzione delle maschere. Finora, il Michigan ha visto 90.392 casi di COVID-19 e 6289 morti per la malattia, secondo il Detroit News .

    Il CEO di Ford Jim Hackett ha parlato alla conferenza stampa, dicendo che la casa automobilistica ha prodotto oltre 72 milioni di pezzi "per il supporto salvavita" durante la crisi COVID-19, senza contare gli 1,5 milioni di maschere che sta donando a MI Mask Aid. Un milione e mezzo di maschere facciali equivale a circa una settimana di produzione per la casa automobilistica, che è passata alla produzione di dispositivi di protezione individuale (DPI) dopo che COVID-19 ha cambiato il panorama economico e personale americano a marzo.

    Ford ha detto a Car and Driver che i 54 milioni di maschere per il viso che ha realizzato finora sono state tutte utilizzate internamente dai lavoratori, fino ad ora. "Siamo stati in grado di fare questa donazione perché abbiamo un surplus di maschere dalla produzione continua per coprire la nostra forza lavoro", ha detto un portavoce a C / D.

    Se Ford continua a fare più di quanto ha bisogno per i suoi dipendenti, altri stati potrebbero beneficiare della produzione extra. "Riconosciamo che ci sono molte comunità a rischio che hanno un crescente bisogno di DPI, come le maschere", ha detto il portavoce. "Ci stiamo collegando con i nostri partner non profit locali e nazionali per determinare il modo migliore per affrontare questo problema urgente". Ford ha anche annunciato ieri che il suo programma di donazioni dei dipendenti ha raccolto oltre 1 milione di dollari per sostenere gli sforzi di soccorso relativi al COVID-19 in tutto il mondo, compresi i programmi in Brasile, India e Sud Africa. Il fondo ha anche effettuato donazioni a tre agenzie senza scopo di lucro nel Michigan, tra cui United Way for Southeastern Michigan, The Pope Francis Center e The Ark, un club di musica popolare di Ann Arbor, che ha utilizzato i soldi per la serie "The Ark Family Room Series "programmazione in live streaming.

    Altre case automobilistiche stanno assistendo con la produzione di DPI mentre il coronavirus continua a devastare la Toyota statunitense, ad esempio, ha annunciato questa settimana di aver collaborato con la società di attrezzature di sicurezza Bullard per aumentare la capacità di tale azienda di produrre schermi per il viso, respiratori e cappucci presso la sua struttura del Kentucky. , ma le linee di produzione Toyota non furono convertite per costruire prodotti Bullard. Invece, Toyota ha aiutato Bullard a capire come applicare il Toyota Production System ai propri impianti di produzione. Il risultato? Capacità di produzione raddoppiata per cappe e respiratori e aumento del 700% nella produzione di schermi per il viso tra marzo e aprile.

    Questo contenuto è importato da {embed-name}. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato, oppure potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni, sul loro sito web.

    Questo contenuto viene creato e gestito da una terza parte e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

    Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

    Potrebbero interessarti anche...