certnews logoRecensione Apple HomePod Recensione Apple HomePod


L'Apple HomePod non è solo un dispositivo fantastico e una solida opzione di altoparlanti intelligenti , ma rappresenta l'obiettivo mutevole del gigante della tecnologia negli ultimi dieci anni, dall'età dell'oro dell'iconico iPod fino agli ultimi e più grandi modelli di iPhone.

Ovviamente l'HomePod potrebbe prendere in prestito metà del suo nome dall'iPod, ma sembra che ci stiamo ancora ponendo la stessa domanda posta dai precedenti dispositivi Apple: vale la pena pagare prezzi elevati per un dispositivo a marchio Apple che si adatta perfettamente al suo ecosistema rispetto a un altoparlante wireless di terze parti come Sonos One ?

Dal suo lancio, Apple ha annunciato una serie di aggiornamenti all'HomePod. A settembre 2018, ha annunciato un aggiornamento di HomePod che ha aggiunto un modo per cercare testi, lingue Siri aggiuntive (spagnolo e francese canadese) e una funzione che consente di impostare i timer. Ora puoi anche effettuare chiamate direttamente dall'HomePod.

In molti modi l'HomePod è stato un ingresso in ritardo nel gioco degli altoparlanti intelligenti, ma Apple non si è mai preoccupata troppo di questo. I dirigenti di Cupertino sembrano contenti di lasciare che il resto del settore vada avanti con un nuovo fattore di forma, identifichi i problemi e poi offra qualcosa che "funzioni". Sebbene sia generalmente a un prezzo più alto, Apple tende anche a offrire a tutti noi i design più eleganti e la tecnologia più affidabile.

[Aggiornamento: Apple HomePod potrebbe essere sul punto di ottenere supporto per servizi di streaming musicale di terze parti come Spotify e Tidal .

In un comunicato stampa emesso dopo il suo keynote WWDC 2020 , Apple ha affermato che l'HomePod ha "un nuovo programma per integrare servizi musicali di terze parti".

Nel frattempo, Apple sta rilasciando un nuovo aggiornamento software per il suo altoparlante intelligente di punta, che porterà "miglioramenti generali per stabilità e qualità".

Più di recente, Apple ha annunciato che la stazione radio Beats 1 sarà rinominata "Apple Music 1" e che due nuove stazioni arriveranno al servizio. Apple Music Hits celebrerà "le canzoni preferite di tutti degli anni '80, '90 e 2000", mentre Apple Music Country è destinata a puntare i riflettori sulla musica country (avete indovinato). ]

Questo è quello che è successo con l'HomePod, anche se non nello stesso modo di prima. Non si può negare che la qualità del suono dell'altoparlante di Apple sia di prim'ordine, ma in un mercato in cui Amazon e Google hanno ecosistemi di altoparlanti / assistenti vocali così radicati, può valere la pena acquistare un dispositivo dal suono eccezionale ma imperfetto? O dovresti aspettare il presunto Apple HomePod Mini / Apple HomePod 2 , che avrebbe dovuto essere rilasciato al WWDC 2020 ma non è mai emerso?

Ecco i nostri pensieri sull'altoparlante intelligente Apple, oltre ad alcuni test che abbiamo fatto con due HomePod, ora puoi usarli in una configurazione stereo.

Prezzo e disponibilità di Apple HomePod

Recensione di Apple HomePod

L'HomePod è sottovalutato in casa.

Come accennato, il prezzo di HomePod non è un altoparlante economico: il prezzo al lancio era di $ 349 / £ 319 / AU $ 499 e l'oratore ha iniziato la spedizione il 9 febbraio 2018 in territori selezionati in tutto il mondo.

Ciò significa che, al momento del lancio, era uno degli altoparlanti intelligenti più costosi sul mercato – e sicuramente l'opzione mainstream più costosa – ma Apple spera di giustificare quel prezzo incorporando Siri all'interno e offrendo anche audio di qualità premium.

In questi giorni, tuttavia, di solito puoi trovarlo più economico, oscillando intorno al segno di $ 299 / £ 279 / AU $ 469.

Configurazione di Apple HomePod

  • Di gran lunga l'altoparlante intelligente più semplice da configurare
  • Capace di leggere l'ambiente circostante

Recensione di Apple HomePod

È una scatola pesante da portare a casa …

L'Apple HomePod è così, beh, Apple nel modo in cui lo userai. Come con gli AirPods, tieni semplicemente il telefono vicino all'unità e il tuo telefono invierà il tuo ID Apple e le preferenze di Apple Music e compila tutte le password Wi-Fi prolisse che sei orgoglioso di ricordare ma per fortuna non lo fai devi digitare.

Il processo di configurazione è stato ritardato per noi solo dal fatto che dovevamo eseguire l'aggiornamento a una versione più recente di iOS sul nostro iPhone, che è un prerequisito per far funzionare l'altoparlante.

Ciò evidenzia una cosa fondamentale dell'HomePod: dovrai avere un iPhone o un iPad per configurarlo in primo luogo.

È difficile capire perché acquisteresti questo diffusore senza possederne già uno, ma riduce il pubblico di destinazione sin dall'inizio.

Recensione di Apple HomePod

L'altoparlante si illumina piacevolmente durante la configurazione

Tuttavia, il processo di configurazione evidenzia una delle belle caratteristiche dell'HomePod: la luce incandescente sulla parte superiore (che si trasforma nel logo Siri multicolore quando impartisci comandi in seguito).

L'intero processo è tuttavia così rapido: confrontalo con il lungo processo di configurazione per Amazon Echo o Sonos One e sarai così felice di non dover passare un minuto a diffondere il tuo iPhone in giro per la stanza per calibrare i livelli sonori.

Recensione di Apple HomePod

Tenere il telefono vicino all'altoparlante richiama questa casella

Aggiungete a ciò ulteriori comodità nell'uso quotidiano: se avete bisogno di utilizzare una nuova rete Wi-Fi già configurata sul telefono, tenete letteralmente il telefono vicino ed è fatto, e potete vedere come funziona Apple ha battuto la concorrenza quando si tratta di facilità d'uso, uno dei suoi veri tratti distintivi.

L'HomePod in realtà funzionerà solo dove si trova all'interno della stanza semplicemente riproducendo un po 'di musica: valuterà l'ambiente circostante ascoltando come il suono che emette rimbalza e se c'è un muro dietro di esso invierà alcune sezioni di ciò che tu stai ascoltando in quel modo, mentre le voci o gli strumenti principali si accenderanno in avanti.

Recensione di Apple HomePod

Sette passaggi e l'oratore è pronto per partire.

Se non è adiacente a un muro, l'HomePod emetterà il suono in uno spazio a 360 gradi, anche se nella maggior parte dei casi immaginiamo che le persone utilizzino l'altoparlante contro un muro.

Dopo aver impostato tutto, puoi uscire di casa con il tuo iPhone e la tua famiglia oi tuoi coinquilini saranno ancora in grado di utilizzare l'altoparlante, anche se puoi disattivare le “ richieste personali '' in base alle tue informazioni se non vuoi che altre persone si intromettano con la tua attività.

(Per fortuna puoi anche interrompere le richieste all'altoparlante che interferiscono con la cronologia di ascolto della tua musica: se stai cercando di creare playlist automatizzate decenti su Apple Music, i tuoi coinquilini che suonano Justin Bieber e Moana a ripetizione non rovineranno tutto.)

Design di Apple HomePod

  • Design sobrio
  • Molto più pesante del previsto

Se stai pensando di raccogliere l'HomePod, potresti iniziare con entrambe le mani. Questo perché questo altoparlante è incredibilmente denso, imballando 2,5 kg di peso nel suo telaio alto 172 mm (6,8 pollici).

Sembra molto più pesante di quanto sembri, e questo perché ci sono così tanti altoparlanti lì dentro. Stiamo parlando di un woofer e sette tweeter, ciascuno con il proprio amplificatore, e sei microfoni sparsi per aiutarti a sentire la tua voce quando chiami Siri.

E una volta che il suo posizionamento è bloccato, dovrai rispondere a un'altra domanda: come farai a far funzionare il cavo di alimentazione che esce dal retro? È l'unico cavo su questo dispositivo e anche l'unica cosa che assomiglia a una porta. Non c'è altra connettività fisica in offerta, il che purtroppo significa nessuna porta aux-in per collegare un giradischi o un altro dispositivo.

Recensione di Apple HomePod

Non consigliamo di posizionare l'HomePod davanti al fuoco per un certo periodo di tempo.

Tutto ciò che hai è un piccolo altoparlante tozzo ricoperto da una "rete acustica" progettata per proteggere il dispositivo mentre emette più suono possibile. Sembra insignificante come ci si aspetterebbe – non ci sono decorazioni decorative qui – e l'unica interruzione nella rete è in alto, dove si trova un disco rotondo e riflettente.

Questo è, come abbiamo detto, dove pulsa la luce incandescente, indicando quando Siri ascolta ed elabora i comandi, ed è anche dove troverai le icone più e meno per regolare il volume.

Recensione di Apple HomePod

Spingendo l'altoparlante contro un muro si ottengono le migliori prestazioni audio.

È un peccato che non ci sia feedback tattile dai pulsanti, ma dato che la maggior parte delle volte controllerai l'HomePod con la tua voce non è un grosso problema.

L'HomePod non è l'altoparlante esteticamente più gradevole in circolazione, ma è attraente nella sua semplicità. Qualcuno potrebbe pensare che, per il prezzo, dovrebbe essere più sorprendente, ma il diffusore è sicuramente di buona fattura.

E attenzione: l' Apple HomePod può lasciare un anello bianco sotto se lo lasci su determinate superfici (per lo più legno poroso più costoso). Apple lo ha riconosciuto e afferma che dovrebbe scomparire o scomparire dopo pochi giorni, ma altre affermazioni affermano che può lasciare un anello più permanente. In ogni caso, pensa a dove posizioni l'altoparlante, poiché la vibrazione causa una reazione tra la base in silicone e il legno grazie ai bassi più profondi.

Avevamo il nostro altoparlante su una superficie di legno durante i nostri test, ma era un legno più sottile (beh, più economico) e non abbiamo trovato alcun esempio di colorazione … ma sembra che le faccette più porose e costose siano quelle in pericolo.

In termini di elaborazione, l'HomePod è dotato del chip A8 di Apple, creato per essere utilizzato nell'iPhone 6 del 2015. Può sembrare un po 'vecchio, ma dato che è stato progettato per alimentare un intero smartphone, in realtà è abbastanza potenza per "solo" un oratore, anche uno che invia e riceve regolarmente comandi da e verso il cloud.

Prestazioni audio di Apple HomePod

  • Prestazioni audio sublimi
  • Nessuno streaming Bluetooth o ingresso aux

La qualità audio dell'Apple HomePod è, per dirla semplicemente, premium. Riempie facilmente una stanza, con una netta separazione tra tutti gli elementi dei brani musicali.

È sicuramente al suo meglio quando viene posizionato contro un muro, separando bene i suoni, con elementi come le voci che arrivano con un'incredibile ampiezza.

Probabilmente siamo tutti abituati ad ascoltare musica di varia qualità durante la nostra giornata, dalle cuffie di scarsa qualità agli altoparlanti della nostra TV, quindi l'uso dell'HomePod esporrà molte persone che non sono audiofili a nuove sottigliezze nella musica che loro potrebbe non aver sentito prima.

Recensione di Apple HomePod

Puoi chiedere a Siri di leggere le notizie o un messaggio quando sei in cucina se hai le mani occupate.

I bassi, in particolare, sono forti, ma come la maggior parte dei suoni emessi dall'altoparlante, l'audio è stabile, con note acute che si tagliano molto bene. Ascoltare l'elettronica, in particolare, ha offerto molta chiarezza, mentre i suoni di basso hanno portato un leggero riverbero al suono – quelli con un orecchio inesperto in particolare saranno spazzati via.

Ma è la fusione di tutto questo che è impressionante – essere in grado di sentire sordo bassi (un teeny po 'troppo sordo a volte, va detto), mentre allo stesso tempo, essere trattati alla voce cristalline in cima è una bella esperienza.

A volte sentirai che le cose possono mescolarsi un po 'insieme – il basso può essere un po' fangoso, o qualcosa come un violino può essere facilmente sopraffatto – ma rispetto a un altoparlante economico di fascia bassa la qualità è solo miglia e miglia avanti .

Anche l'HomePod è rumoroso , con Siri che chiede se lo vuoi assolutamente fare quando chiedi all'altoparlante di suonare a tutto volume. E se ci sono effetti sonori su una traccia, che si tratti di schizzi d'acqua, pioggia o suono finto vinile, la nitidezza è di nuovo sorprendente.

In effetti, la qualità audio è così buona che la più grande critica che possiamo muovere alle capacità audio dell'altoparlante è come interagisci con esso. Dire "Hey Siri" più e più volte per ottenere qualcosa di fastidioso, e se sei in una stanza con più persone che parlano avrai bisogno che gli altri tacano altrimenti le loro parole vengono facilmente raccolte, portando a brani casuali che vengono riprodotti.

Recensione di Apple HomePod

La base dell'altoparlante si trova nell'unico punto in cui troverai un logo Apple

Sarebbe bello in qualche modo registrare le tue intenzioni senza bisogno di una frase chiave.

Confrontando l'HomePod con il nuovo Amazon Echo e il Sonos One, tuttavia, li supera facilmente entrambi. Lasciando da parte la semplice configurazione, che è una manna dal cielo, il suono dell'altoparlante di Apple è il più ampio e chiaro … sembra che ci siano più informazioni che ti arrivano nelle orecchie.

Amazon Echo è ovviamente la qualità più bassa dei tre in termini di qualità del suono, ma non è terribile. Ascoltalo da solo e ti piacerà come suona, soprattutto per il prezzo. Ma l'HomePod lo distrugge con il livello di audio offerto, facendo suonare la musica, beh, "corretta".

Il Sonos One è comprensibilmente molto più vicino all'HomePod quando si tratta di prestazioni audio, ma non è altrettanto buono: l'unico modo in cui possiamo descriverlo è come essere “ più stretto '' nel suo suono, con il volume e l'ampiezza dell'audio no corrispondenti agli sforzi di Apple.

Questo non vuol dire che la qualità del suono di Sonos One non sia estremamente chiara ed evocativa – lo è completamente – ma c'è solo più potenza e profondità dall'HomePod.

Ma ora passiamo a come ascolti effettivamente le cose su HomePod, e qui sta il problema. Hai bisogno di un abbonamento ad Apple Music a meno che tu non voglia solo eseguire lo streaming di contenuti dal tuo iPhone, e anche questo può essere fatto solo utilizzando AirPlay.

Diciamo "solo" perché non è possibile eseguire lo streaming tramite Bluetooth sull'HomePod. Non è un grosso problema se vuoi riprodurre solo l'audio da un prodotto Apple, ma se hai qualcos'altro che può essere utilizzato per lo streaming di musica Bluetooth sei sfortunato.

Allo stesso modo, senza ingresso aux non sarai in grado di utilizzare il suono premium dell'HomePod per riprodurre i tuoi CD o la tua collezione di vinili se sei saltato su quel particolare carrozzone.

Possiamo vedere l'argomento per non offrire lo streaming Bluetooth – nonostante ci sia una connessione Bluetooth a bordo per consentire all'HomePod di parlare con altri dispositivi domestici intelligenti – ma non avere un ingresso aux è un'opportunità persa.

Quindi, dato quanto sopra, come dovresti ottenere il massimo dal tuo HomePod? Con la suddetta Apple Music, il che significa che dovrai essenzialmente pagare $ 10 / £ 10 al mese per continuare a utilizzare il tuo nuovo altoparlante.

Recensione di Apple HomePod

Userai a malapena i pulsanti del volume nella parte superiore dell'altoparlante.

Se lo stai già pagando, nessun problema, ma se sei attualmente un utente Spotify non sarai in grado di utilizzare quel servizio senza trasmetterlo in streaming sul telefono, il che non è l'ideale – puoi comunque controllare la musica utilizzando la tua voce in questa modalità, ma è molto più lenta a rispondere.

Il fatto che tu sia praticamente bloccato su Apple Music rende ancora più curioso il fatto che Apple non abbia un formato lossless, come Tidal, dato che l'HomePod è su misura per un suono così high-end.

Forse arriverà in futuro. O forse Apple pensa che il suono sia abbastanza buono con quello che c'è – e come abbiamo detto, è fantastico.

Ma il fatto che tu possa usare solo i rank di Apple Music, evidenzia ulteriormente come devi essere profondamente integrato nell'ecosistema Apple per ottenere un uso corretto dell'HomePod.

Parlando del futuro, grazie ad AirPlay 2, ora puoi collegare due HomePod per ottenere un suono stereo o aggiungere altoparlanti di marche diverse per diffondere il tuo suono anche a loro. L'elenco degli altoparlanti compatibili con AirPlay 2 attualmente include Sonos Playbase, Sonos Beam , Sonos One e Sonos Play: 5 altoparlanti, oltre agli altoparlanti Bang & Olufsen, Libratone e Naim sono collegati anche per AirPlay 2.

L'abbiamo provato con l'Apple TV e, sebbene il suono fosse eccezionale, abbiamo dovuto immergerci ogni volta nelle impostazioni per dire alla TV di riprodurre l'audio attraverso l'altoparlante. Avere due HomePod orgogliosamente seduti su entrambi i lati dello schermo e riprodurre automaticamente l'audio da Netflix o qualsiasi altra cosa sarebbe fantastico.

Non vedevamo l'ora di avere due altoparlanti HomePod a cui poter ascoltare la musica con AirPlay – anche se non è possibile trasmettere l'audio tramite Bluetooth, puoi inviare musica da un iPhone o iPod – ma spesso è stato disastroso.

Quando si cerca di riprodurre Spotify su entrambi, si è verificato un notevole ritardo tra i due, che solo l'avvio e la disattivazione costante del suono potevano eventualmente risolvere. Certamente non è l'esperienza premium che ci aspetteremmo da Apple.

Inoltre, non esiste un modo semplice per collegare il volume di entrambi. Sì, puoi controllare il suono di ciascuno dall'iPhone, ma si presume che potresti collegarli entrambi facilmente allo stesso livello.

Nel complesso, non è l'esperienza a doppio altoparlante premium che ci aspettavamo da Apple quando esci dalla richiesta di musica con la tua voce.

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...