certnews logoLa Tesla Roadster originale: è l'auto che ha dato il via a tutto

Questo articolo ci arriva per gentile concessione di EVANNEX , che produce e vende accessori Tesla aftermarket. Le opinioni ivi espresse non sono necessariamente le nostre su InsideEVs, né siamo stati pagati da EVANNEX per pubblicare questi articoli. Troviamo interessante il punto di vista dell'azienda come fornitore aftermarket di accessori Tesla e siamo disposti a condividere il suo contenuto gratuitamente. Godere!

La prima auto di Tesla doveva essere un'auto sportiva esclusiva (anche se costosa) a produzione limitata. La produzione automobilistica si basa sulla produzione ad alto volume per mantenere bassi i costi, ma ci vuole un sacco di soldi per costruire le fabbriche necessarie per costruire auto ad alto volume. Tesla , come startup negli anni 2000, non aveva accesso a quel tipo di denaro. Quindi, è andato a basso volume, ha costruito la Roadster e ha utilizzato quel successo per aprire la strada ai modelli ad alto volume che conosciamo e amiamo oggi.

Sfortunatamente, furono prodotte solo 2.500 Roadster. Sono abbastanza rari che non molti fan di Tesla avranno l'opportunità di avvicinarsi e di conoscerne uno. La Roadster originale è un'auto fantastica con un'ingegneria intelligente e molte caratteristiche affascinanti, comprese alcune che prefigurano il futuro della tecnologia di Tesla.

L'attuale co-fondatore del settore automobilistico Seneca Giese ha lavorato in Tesla dal 2009 al 2018. Il suo primo ruolo in Tesla è stato la vendita di Roadster e ha trascorso più di 30.000 miglia al volante di varie Roadster. È un vero esperto dell'auto e fornisce una panoramica completa della storica auto elettrica che ha dato il via a tutto per Tesla.

ESTERNO

I primi Roadster avevano tutti i pannelli della carrozzeria, inclusi i paraurti, costruiti in fibra di carbonio. Questo costoso materiale ultraleggero è stato fondamentale per massimizzare l'autonomia e contrastare il peso extra del pacco batteria. Nel tempo, Tesla è stata in grado di migliorare la tecnologia della batteria e utilizzare meno fibra di carbonio, aumentando la portata e riducendo i costi.

Tutti i Roadster avevano una capote morbida che poteva essere arrotolata e inserita in un bagagliaio sorprendentemente spazioso. L'architettura elettrica dell'auto si trova anche sotto il cofano posteriore.

SOTTO IL CAPPUCCIO

Il pacco batteria della Roadster non si trova sotto il pavimento dell'auto, come è comune a tutte le piattaforme dei veicoli elettrici più recenti . La batteria invece si trova dietro la schiena dell'occupante in verticale, dal pavimento dell'auto fino alla sommità. Sotto l'alloggiamento, il pacco è suddiviso in undici fogli con circa 800 celle ciascuno. Dietro il pacco batteria c'è il Power Electronics Module, che è simile al cervello dell'auto. Il PEM della Roadster contiene il caricatore di bordo, che converte l'elettricità CA dalla rete in elettricità CC per la batteria.

Sopra: il pacco batteria ha l'etichetta ad alta tensione, il PEM ha l'etichetta Roadster (Fonte: Current Automotive )

A destra di entrambe queste unità c'è un serbatoio del liquido di raffreddamento che fa circolare il liquido di raffreddamento attraverso il pacco batteria e altri componenti elettronici di bordo. I veicoli Tesla monitorano sempre la temperatura del pacco batteria, anche quando l'auto è parcheggiata e in standby. Se necessario, il computer accenderà il sistema di raffreddamento per evitare che il pacco si surriscaldi mentre è parcheggiato. Puoi effettivamente sentire il liquido di raffreddamento che circola nella Roadster se l'auto è parcheggiata in un luogo tranquillo.

Roadster è un po 'troppo piccola per un frunk. Altri componenti elettronici sono posizionati sotto il cofano anteriore in fibra di carbonio con apertura in avanti, comprese le ventole del condensatore CA, il servofreno ei primi soccorritori della linea di emergenza tagliati per rendere sicura l'auto in caso di incidente.

RICARICA

Roadster utilizza un esclusivo connettore di ricarica a 4 pin. L'auto è stata progettata prima del rilascio dello standard di ricarica J1772 e mentre Tesla stava facendo ricerca e sviluppo per la propria soluzione di ricarica . Il connettore è grande e ingombrante, con cavi di grosso spessore e alloggiamenti dei connettori per la sicurezza. Ha visto un paio di revisioni durante i quattro anni di vita della Roadster, diventando ogni volta più piccola e più leggera.

Quando apri lo sportello della porta di ricarica manuale, si accende una luce bianca di aiuto. È quindi necessario allineare un perno guida sul connettore con un binario sulla porta di ricarica, ruotare il connettore lungo il binario e spingere in avanti un meccanismo di blocco per iniziare la ricarica. C'è una spia multicolore per confermare che l'auto si sta caricando o per informarti che si è verificato un guasto.

All'interno dell'auto, quattro modalità di ricarica sono accessibili sullo schermo di visualizzazione del veicolo: un piccolo schermo al centro dell'auto che sembra un prototipo dei grandi schermi che arriveranno nei futuri veicoli Tesla.

La modalità di conservazione mantiene lo stato di carica a circa il 40% e gestisce la temperatura della batteria per eliminare quasi ogni potenziale degrado della batteria. I roadster che percorrono periodi di tempo prolungati senza essere guidati dovrebbero essere impostati su questa modalità.

[contenuto incorporato]

Sopra: l'attuale cofondatore automobilistico Seneca Giese offre un tour approfondito della Tesla Roadster originale (YouTube: Current Automotive )

La modalità standard carica la batteria al 90%, lasciando il 10% superiore vuoto. Mantiene anche il 10% inferiore come riserva, consentendo al conducente l'80% di capacità utilizzabile. Questo ciclo di carica a bassa intensità riduce il degrado della batteria rispetto a una carica completa. Questa è la modalità da utilizzare per i Roadster guidati regolarmente.

La modalità intervallo apre il 10% superiore e inferiore, consentendo l'accesso al 100% della capacità della batteria per la massima autonomia. Utilizza anche il sistema CA dell'auto per mantenere la batteria a una temperatura più bassa e più efficiente.

La modalità Performance carica anche la batteria al 100%, ma mantiene il 10% inferiore come riserva: i conducenti hanno accesso al 90% della capacità della batteria. La modalità Performance aumenta anche la temperatura della batteria per aumentare la potenza in uscita, proprio come la modalità Ludicrous fa sulle nuove auto ad alte prestazioni Tesla.

Inoltre, puoi configurare la ricarica programmata per sfruttare le tariffe elettriche più economiche per la ricarica negli orari di utilizzo non di punta (una caratteristica ora comune su tutti i veicoli elettrici). Riduce anche la quantità di energia assorbita dall'auto per evitare di far saltare un interruttore e consente di inserire un costo dell'elettricità in modo che l'auto possa calcolare il costo di ogni carica.

INTERNI

Lo schermo di visualizzazione del veicolo di Roadster può avere le dimensioni più simili a un iPod che a un iPad, ma è comunque il luogo centrale per il controllo di importanti funzioni del veicolo elettrico. Oltre alla ricarica, i suoi menu più importanti visualizzano le informazioni di guida.

Sopra: il piccolo schermo del display del veicolo è raffigurato qui in modalità orologio ( Fonte: Current Automotive )

Durante la guida, lo schermo mostra per impostazione predefinita il livello di carica della batteria e l'autonomia ideale del veicolo in base alle condizioni EPA (torneremo su questo) ma sono disponibili altre letture. Includono: misuratore di energia, contachilometri parziale, statistiche sulle prestazioni, misuratori di temperatura e un orologio.

Ci sono molte funzionalità racchiuse in quel piccolo schermo. Forse Tesla avrebbe voluto ingrandirla, ma la casa automobilistica stava lavorando con le ossa della piccola e sportiva Lotus Elise, quindi non c'è molto spazio all'interno dell'abitacolo.

Il piccolo spazio ha portato ad un paio di altre caratteristiche abilmente nascoste. Il manuale del proprietario è nascosto in uno scomparto stretto sotto il sedile del passeggero e l'unico (1) portabicchieri si trova sotto la console centrale e scorre sul lato passeggero. Se hai un passeggero, diventa il tuo portabicchieri. Un piccolo dock davanti al selettore del cambio presenta un connettore a 30 pin della vecchia scuola per i classici dispositivi palmari Apple.

Sopra: il portabicchieri Roadster si intromette nello spazio già limitato del passeggero (Fonte: Current Automotive )

A differenza dei successivi veicoli Tesla, Roadster presenta un gruppo di indicatori (per lo più) tradizionale. C'erano due versioni del quadro strumenti nel corso degli anni: la prima su Roadster 1.5 aveva un contagiri e un tachimetro separati. Questo è un residuo del cambio originale a due velocità previsto per l'auto.

Su Roadster 2.0 e 2.5, il contagiri è raddoppiato con il tachimetro, poiché l'impostazione della trasmissione a velocità singola di Roadster significa che il regime del motore segue costantemente la velocità. Zero RPM è uguale a zero mph, mentre 14.000 RPM è la linea rossa alla velocità massima di Roadster di circa 125 mph. Accanto al tachimetro / velocità c'è un altro indicatore unico per i veicoli elettrici: il misuratore di potenza. Tiene traccia di quanta energia viene scaricata per guidare o ricaricata nello zaino durante la frenata rigenerativa.

Sopra: un gruppo di indicatori dall'aspetto più tradizionale sul cruscotto rispetto a quello che siamo abituati a vedere su una Tesla (Fonte: Current Automotive )

Il quadro strumenti presenta anche un display digitale molto semplice con contachilometri, livello di carica della batteria e autonomia stimata in base al consumo di energia delle ultime 40 miglia percorse. La stima dell'autonomia non è una scienza esatta, quindi i conducenti possono confrontare questo numero con la stima EPA ideale sullo schermo del display del veicolo per avere un'idea degli scenari di intervallo peggiore / migliore.

Questo è molto simile a come funziona sui moderni veicoli Tesla. C'è solo una visualizzazione dell'autonomia per semplicità, ma stima la tua autonomia in base alle ultime 30 miglia di guida.

UN VERO PIONIERE

Dall'importante schermo centrale alla pratica dell'aggiornamento della tecnologia e della riduzione dei costi, Roadster ha davvero prefigurato l'approccio unico di Tesla alla produzione di massa delle sue auto elettriche che seguì anni dopo. Ha anche dato a Tesla alcune prime esperienze, credibilità e ricavi per lanciare la Model S di produzione e tutti i modelli successivi.

Roadster è un veicolo elettrico speciale, non solo perché è un'auto sportiva assolutamente unica, ma per il posto che occupa nella storia di Tesla.

===

Fonte: Current Automotive ; Nota del redattore: Current Automotive è il primo rivenditore di auto negli Stati Uniti incentrato esclusivamente su auto elettriche usate lanciate da due ex dipendenti Tesla.

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...