certnews logoEV Zetta russo accessibile per entrare in produzione entro la fine del 2020

Secondo il Ministero dell'industria e del commercio russo (tramite l'agenzia di stampa federale TASS ), la produzione in serie della city car elettrica russa – Zetta – inizierà entro la fine del 2020 (dopo un ritardo dal primo trimestre 2020).

Questo minuscolo veicolo elettrico, che prende il nome dal bene per il trasporto terrestre a emissioni zero, sarà prodotto dalla start-up della REMC (Russian Engineering and Manufacturing Company) e offerto da 450.000 rubli ($ 6.100 / € 5.190), che è abbastanza conveniente.

Ovviamente non è un'auto a grandezza naturale, ma sembra che il governo russo stia cercando modi per prendere la rivoluzione EV, che non è facile tra i modelli occidentali di fascia alta e la massiccia scala di elettrificazione cinese. L'obiettivo di produzione per Zetta sarà di 15.000 unità all'anno (due terzi per l'esportazione).

A parte la batteria importata dalla Cina, secondo quanto riferito, Zetta è un prodotto localizzato al 99%. È una tre porte, due posti con una velocità massima di 120 km / h (75 mph) e un'autonomia fino a 200 km (124 miglia) con una batteria da 10 kWh. È a trazione anteriore con due motori nel mozzo della ruota (totale di 72,4 kW di picco).

Zetta sarà una risorsa di grande successo nel mercato dei veicoli elettrici nel 2020 e oltre? Bene, solo il tempo lo dirà.

Ci chiediamo se ci sarà la possibilità di acquistare Zetta e ricevere incentivi completi in paesi come la Germania o la Francia, che sono molto più alti del prezzo di Zetta? Sarebbe un flusso di cassa veramente gratuito.

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...