certnews logoCome trasformare il tuo Raspberry Pi in NAS con OpenMediaVault

Dopo molti anni di possesso di un computer, si finisce invariabilmente con alcuni dischi rigidi interni o esterni / USB di riserva. Il Raspberry Pi è un mezzo economico ed efficiente dal punto di vista energetico per convertirli in NAS (Network Attached Storage). Le porte USB 3.0 e Gigabit Ethernet del Raspberry Pi 4, in particolare, lo rendono un candidato ideale per una soluzione di archiviazione di rete veloce e ricca di funzionalità.

Abbiamo già una guida per convertire il tuo Raspberry Pi esistente in un semplice NAS . Questa guida, tuttavia, è pensata per coloro che cercano di sfruttare la vera potenza del Raspberry Pi 4 con una distribuzione Linux su misura costruita da zero per funzionare come una soluzione NAS. OpenMediaVault 5 (OMV5) non solo fornirà tutte le caratteristiche di una condivisione Samba di base, ma ha caratteristiche e funzionalità molto più potenti.

Ecco cosa ti serve

Ecco gli elementi essenziali di cui avrai bisogno prima di poter procedere.

1. Raspberry Pi: Raspberry Pi 4 fornirà le migliori prestazioni, ma OMV5 funziona anche sul modello 2B e successivi.

2. Memoria: OMV5 è meglio installato su una scheda microSD da 8 GB . Anche le capacità maggiori funzionano ma sono uno spreco perché la distribuzione specifica per NAS occupa l'intero spazio. Le schede microSD Samsung o SanDisk Class 10 classificate A1 sono la nostra migliore scommessa. È possibile utilizzare dischi rigidi USB esterni come unità NAS o riutilizzare dischi rigidi interni installandoli negli alloggiamenti per dischi rigidi USB.

3. Strumenti per la preparazione dell'immagine del sistema operativo: avrai bisogno dell'ultima versione Lite del sistema operativo Raspberry Pi insieme allo strumento ufficiale di formattazione della scheda SD, Raspberry Pi Imager e un computer in grado di scrivere l'immagine del sistema operativo sulla scheda microSD.

4. Client SSH: il processo di installazione richiederà la connessione al Raspberry Pi tramite SSH.

5. Accesso alla rete cablata: un NAS funziona meglio quando è connesso alla rete domestica tramite un cavo Ethernet. Le connessioni wireless non sono né stabili né abbastanza veloci per questo scopo. OMV5 è progettato per funzionare come un server headless, quindi puoi posizionare in sicurezza il Raspberry Pi accanto al router. Non collegherai ad esso un display o dispositivi di input.

Installazione del sistema operativo Raspberry Pi Lite

Per iniziare, dobbiamo installare il sistema operativo Raspberry Pi. Assicurati assolutamente di scaricare la versione Lite ed evita quelle normali con il desktop per la massima compatibilità.

Installa Raspberry Pi OS Lite sulla scheda microSD usando la nostra eccellente guida .

Una volta installata, rimuovere la scheda microSD dal lettore di schede e reinserirla. Apri Windows Explorer e vai alla scheda microSD. Fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi area vuota all'interno della visualizzazione file della scheda microSD e selezionare "Nuovo -> Documento di testo".

Openmediavault5 Guide A03aOpenmediavault5 Guide A03a

Dovresti vedere il nuovo file come "New Text Document.txt". Se l'estensione non è visibile, è necessario forzare Windows a visualizzare le estensioni dei file accedendo al menu Opzioni di Esplora risorse per modificare l'impostazione. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul documento di testo e seleziona "Rinomina".

Modificare il nome del file in "SSH". Questo passaggio è fondamentale per consentire l'accesso SSH remoto al Raspberry Pi ai fini dell'installazione. Ignorare l'avviso successivo selezionando l'opzione Sì.

Openmediavault5 Guide A03bOpenmediavault5 Guide A03b

Rimuovi la scheda microSD dal tuo PC e inseriscila nel Raspberry Pi. Collegalo alla rete con un cavo Ethernet e accendilo.

Trovare l'indirizzo IP

Dopo che il Raspberry Pi si è acceso, dovremo trovare il suo indirizzo IP per essere in grado di ssh in esso. Ci sono molti modi per farlo. Puoi accedere al pannello di amministrazione del tuo router e accedere all'elenco dei client. La posizione esatta dell'elenco dei client nel menu del router varia da router a router, ma generalmente è facile da trovare.

Openmediavault5 Guide BOpenmediavault5 Guide B

Il dispositivo verrà elencato come "raspberrypi". Prendi nota dell'indirizzo IP assegnato come evidenziato nello screenshot sopra. In alternativa, è possibile accedere alla sezione "Server DHCP" dal menu del router e utilizzare la funzione "Prenotazione indirizzo" per assegnare in modo permanente un indirizzo IP statico al NAS.

Se non vuoi preoccuparti del pannello di amministrazione del router, fai riferimento alla nostra pratica guida sull'uso dello scanner IP Angry per scoprire l'indirizzo IP di qualsiasi dispositivo sulla rete, incluso il Raspberry Pi.

Se ancora non riesci a trovare l'indirizzo IP, collega un monitor e una tastiera al Raspberry Pi, accedi ad esso e digita ip add nella riga di comando. Prendere nota dell'indirizzo IP visualizzato accanto all'interfaccia Ethernet.

SSH nel Raspberry Pi

1. Vai a PuTTY di Windows o apri un terminale in qualsiasi computer Linux. SSH nel Raspberry Pi.

Openmediavault5 Guide C01Openmediavault5 Guide C01

2. Fare clic su Sì nell'avviso di sicurezza che viene visualizzato. Questo è un comportamento previsto per il primo accesso.

Openmediavault5 Guide C02Openmediavault5 Guide C02

3. Accedi come "pi" con "raspberry" come password predefinita.

4. Digitare passwd una volta visualizzato il prompt della riga di comando dopo il login riuscito per modificare la password predefinita. Assicurati di utilizzare una password complessa.

Openmediavault5 Guide C04Openmediavault5 Guide C04

5. Prima di installare OMV5, aggiorna / aggiorna il sistema operativo alla versione più recente:

Openmediavault5 Guide C05Openmediavault5 Guide C05

6. Riavvia il Raspberry Pi:

Installazione di OpenMediaVault 5

SSH al Raspberry Pi di nuovo dopo il riavvio. Installa OMV5 con il comando:

Il processo di installazione richiederà circa 30 minuti, quindi lascia il computer da solo per evitare di interrompere il processo. Il Pi si riavvierà automaticamente al termine dell'installazione.

Openmediavault5 Guide DOpenmediavault5 Guide D

OMV5 Primo accesso e configurazione di base

1. Sul browser del tuo computer, inserisci l'indirizzo IP del Raspberry Pi nella barra degli URL per aprire l'interfaccia web per OMV5. Il nome utente predefinito è "admin" e "openmediavault" è la password predefinita.

Openmediavault5 Guide E01Openmediavault5 Guide E01

2. Vai all'opzione "Impostazioni generali" nel menu Impostazioni, che ti porterà alla scheda "Amministrazione web". Modificare l'impostazione "Disconnessione automatica" da cinque minuti a un giorno per evitare di perdere le impostazioni a causa di un timeout.

Fare clic sul pulsante Salva e attendere che venga visualizzata la barra di conferma nella parte superiore della finestra. Fare clic su Sì e un altro messaggio di conferma apparirà al centro della finestra. Fare clic su Sì anche su questo per confermare le impostazioni.

Openmediavault5 Guide E02Openmediavault5 Guide E02

3. Passare alla scheda adiacente "Password amministratore Web" per modificare la password predefinita in qualcosa di più sicuro. Premi Salva dopo aver inserito la password.

Openmediavault5 Guide E03Openmediavault5 Guide E03

4. Vai al sottomenu "Data e ora" e seleziona il "Fuso orario" appropriato dal menu a discesa. Abilitare il pulsante di attivazione / disattivazione "Usa server NTP" per utilizzare Network Time Protocol per un cronometraggio preciso e coerente.

Fare clic sul pulsante Salva e selezionare Sì nelle due successive richieste di conferma. Questo processo deve essere ripetuto ogni volta che salvi le impostazioni dopo aver apportato modifiche, quindi assicurati di attendere le richieste di conferma se non vengono visualizzate immediatamente.

Openmediavault5 Guide E04Openmediavault5 Guide E04

5. Con le impostazioni di base in atto, vai al sottomenu "Gestione aggiornamenti". Nella scheda Aggiornamenti, fare clic sul pulsante "Verifica" per cercare gli aggiornamenti.

Openmediavault5 Guide E05Openmediavault5 Guide E05

6. Selezionare tutti i pacchetti abilitando le caselle di controllo su tutti gli aggiornamenti in sospeso. Fare clic sul pulsante "Installa" per avviare gli aggiornamenti. Ci vorranno alcuni minuti, quindi prendi un'altra tazza di caffè. Selezionare "Chiudi" nel popup di avanzamento dell'installazione dopo che gli aggiornamenti sono stati installati. La pagina verrà successivamente ricaricata in attesa della tua conferma.

Openmediavault5 Guide E06Openmediavault5 Guide E06

Preparazione dell'archiviazione per OMV5

1. Andare al menu "Archiviazione" e accedere al sottomenu "Dischi". Puoi vedere l'alloggiamento della scheda microSD OMV5 evidenziato in giallo nello screenshot qui sotto. L'unità elencata sotto la scheda microSD è il disco rigido esterno da 1 TB che verrà utilizzato per l'archiviazione.

Openmediavault5 Guide F01Openmediavault5 Guide F01

Nota : vai al "Passaggio 3" se il tuo disco rigido esterno è già popolato di dati e altrimenti non vuoi cancellarlo.

Per pulire l'unità dai dati esistenti, fare clic sull'unità corretta e premere il pulsante "Wipe". Questo vale per le unità vuote fresche o se si desidera altrimenti iniziare con una lavagna pulita. Ti verrà presentata una richiesta di conferma, seguita dalla scelta tra i metodi di cancellazione "Rapida" o "Sicura".

Passare al sottomenu "File System".

2. Se hai ripulito il disco rigido nel passaggio precedente, qui sarà assente perché manca un file system. Questo è il tuo spunto per fare clic sul pulsante "Crea" e formattare l'unità con il file system di tua scelta.

Nella successiva finestra a comparsa, selezionare il disco rigido desiderato dal menu a discesa Dispositivo. Digita un nome per il disco rigido nel campo Etichetta. Infine, scegli "EXT4 Filesystem" dal menu a discesa perché offrirà le migliori prestazioni in questo sistema operativo Linux nativo. Fare clic su OK e accettare le successive richieste di conferma.

Openmediavault5 Guide F02Openmediavault5 Guide F02

Nota: è possibile accedere a un'unità formattata con il filesystem EXT4 solo da una macchina Windows tramite il NAS. Il filesystem basato su Linux non verrà riconosciuto se l'unità è collegata direttamente a un Mac o un PC Windows. La formattazione di una nuova unità nel file system NTFS su una macchina Windows non solo ne consentirà l'utilizzo con il NAS, ma fornirà anche la flessibilità di disconnetterla dal NAS per accedervi fisicamente da un'altra macchina Windows.

3. Selezionare il disco rigido esterno e fare clic sul pulsante Monta.

Creazione di utenti e assegnazione di privilegi

OpenMediaVault 5 consente un controllo granulare sugli account utente incorporando la capacità di assegnare vari gradi di privilegi per utente. Questo è un ottimo modo per scegliere e scegliere chi ha accesso in lettura / scrittura a varie cartelle condivise sul NAS.

1. Passare al sottomenu "Utente" all'interno del menu "Gestione diritti di accesso". Nella scheda "Utenti", dovresti vedere l'account "pi". Questo account ha accesso a ogni singolo gruppo che governa le funzioni critiche del sistema.

Openmediavault5 Guide G01Openmediavault5 Guide G01

2. Fare clic sul menu a discesa "Aggiungi" con il segno più. Fare clic sul successivo pulsante "Aggiungi" per visualizzare la finestra a comparsa "Aggiungi utente". Immettere il nome dell'utente, seguito da un commento descrittivo opzionale e l'indirizzo e-mail.

Openmediavault5 Guide G02Openmediavault5 Guide G02

3. Fare clic sulla scheda "Gruppi" nello stesso menu a comparsa "Aggiungi utente" per aggiungere questo utente ai gruppi pertinenti. Il gruppo "utenti" sarà selezionato per impostazione predefinita. Fare clic sulla casella di controllo accanto alle opzioni di gruppo "sudom" "ssh" e "sambashare". Fare clic sul pulsante Salva per confermare queste modifiche.

Openmediavault5 Guide G03Openmediavault5 Guide G03

Puoi ripetere la procedura per creare utenti aggiuntivi, ma assicurati di concedere l'accesso solo al gruppo "sambashare" oltre al gruppo di utenti predefinito per account aggiuntivi. Avere account separati per i membri della famiglia rende più semplice mantenere private le cartelle condivise, se necessario.

Configurazione delle cartelle condivise

Prima di poter passare alla scheda Impostazioni all'interno di questo sottomenu, dobbiamo prima configurare le cartelle condivise.

1. Passare al sottomenu "Cartelle condivise". Fare clic sul pulsante Aggiungi per creare una nuova cartella condivisa. Inizia creando una cartella contenente i file che verranno condivisi tra gli utenti e i successivi plug-in e applicazioni OMV5.

Openmediavault5 Guide H01Openmediavault5 Guide H01

Nella successiva finestra pop-up "Aggiungi cartella condivisa", inserisci il nome della cartella. Andremo con Common per questo. Utilizza il menu a discesa Dispositivo per selezionare l'unità esterna montata in precedenza. Poiché si tratta di una cartella condivisa, seleziona l'opzione "Tutti: lettura / scrittura" nel menu a discesa "Autorizzazioni". Fare clic sul pulsante Salva.

2. Creeremo ora una cartella Film a cui possono accedere gli ospiti in rete, ma solo gli utenti con account legittimi (membri della famiglia, ad esempio) possono aggiungere, eliminare o modificare il contenuto all'interno della cartella. Segui la procedura nell'ultimo passaggio ma seleziona "Amministratore: lettura / scrittura, Utenti: lettura / scrittura, Altri: sola lettura" nel menu a discesa Autorizzazioni.

Openmediavault5 Guide H02Openmediavault5 Guide H02

Puoi anche impedire a chiunque, tranne i membri della famiglia, di accedere a determinate cartelle (contenenti foto di famiglia, ad esempio) selezionando l'opzione contenente l'argomento "Altri: nessun accesso" dal menu a discesa Autorizzazioni.

3. È anche possibile impedire a tutti tranne che a te stesso di accedere alle cartelle sensibili o persino scegliere quali utenti hanno accesso a cartelle specifiche. Possiamo farlo evidenziando la cartella desiderata e facendo clic sul pulsante "Privilegi" in alto.

Verrà visualizzata la finestra a comparsa "Privilegi cartella condivisa", in cui è possibile concedere l'accesso in lettura e scrittura a se stessi e ad altri utenti spuntando le caselle di controllo appropriate come illustrato nello screenshot qui sotto. Qui abbiamo limitato agli utenti "shashi" e "zoe" l'accesso alla cartella Lavoro. Fare clic sul pulsante Salva per finalizzare le modifiche.

Openmediavault5 Guide H03Openmediavault5 Guide H03

Riferimento alle cartelle tramite CIFS

Il passaggio successivo prevede il riferimento a queste cartelle in OMV5 per renderle accessibili in rete. Vai al menu "Servizi" per fare proprio questo. È possibile scegliere tra i protocolli "NFS" e "SMB / CIFS" per la condivisione in rete. Quest'ultimo è consigliato per gli utenti Windows e Mac poiché ha una maggiore compatibilità tra i sistemi operativi.

1. Accedere al sottomenu "SMB / CIFS" e verrà visualizzata la scheda Impostazioni. Passa alla scheda "Condivisioni" per ora. Fare clic sul pulsante Aggiungi per visualizzare la finestra a comparsa "Aggiungi condivisione".

Openmediavault5 Guide I01Openmediavault5 Guide I01

Il pulsante di attivazione / disattivazione per "Abilita" dovrebbe essere abilitato (verde) per impostazione predefinita. Seleziona la cartella Common che abbiamo creato sul nostro disco rigido esterno dal menu a discesa "Cartella condivisa". Poiché si tratta di una cartella condivisa, selezioneremo l'opzione "Ospiti consentiti" dal menu a discesa "Pubblico". Le opzioni di attivazione / disattivazione per "Imposta navigabile" e "Rispetta ACL esistenti" dovrebbero essere abilitate per impostazione predefinita. Fare clic sul pulsante Salva.

2. Il processo è simile per altre cartelle. Vale la pena notare che la selezione dell'opzione "No" dal menu a discesa Pubblico invece di "Ospiti consentiti" impedisce a chiunque tranne agli utenti registrati di accedere alla cartella condivisa. Questa è un'ottima opzione per, ad esempio, impedire a chiunque tranne la tua famiglia di accedere alle foto di famiglia sul NAS.

Openmediavault5 Guide I02Openmediavault5 Guide I02

3. Con le condivisioni configurate, accedere alla scheda Impostazioni nello stesso sottomenu "SMB / CIFS". Fare clic sul pulsante di attivazione / disattivazione "Abilita" nella sezione "Impostazioni generali" per renderlo verde. Premi il pulsante Salva per confermare le modifiche.

Openmediavault5 Guide I03Openmediavault5 Guide I03

Accesso al NAS tramite la rete

La tua installazione di OMV5 è stata configurata in questo modo. Ora tutto ciò che devi fare è accedervi da un altro computer sulla rete.

1. Con OpenMediaVault 5 configurato e le condivisioni impostate, andare su un PC Windows per accedere al NAS. Apri Esplora file e vai alla sezione Rete. Il tuo NAS Raspberry Pi con OMV5 dovrebbe essere visualizzato con il nome host predefinito "RASPBERRYPI". Fare doppio clic su di esso per accedere all'elenco delle cartelle condivise che abbiamo creato nel NAS.

Openmediavault5 Guide J01Openmediavault5 Guide J01

2. In caso di problemi nell'individuazione del NAS, accedere al Pannello di controllo di Windows e seguire il percorso evidenziato nello screenshot qui sotto per accedere a "Impostazioni di condivisione avanzate" nel Centro connessioni di rete e condivisione. Abilitare i pulsanti "Network Discovery" e "File and Printer Sharing" se non lo sono già.

Openmediavault5 Guide J02Openmediavault5 Guide J02

Se ciò non risolve il tuo problema, premi semplicemente Win + R per visualizzare la finestra di dialogo Esegui. Immettere l'indirizzo IP del NAS con il suffisso di due barre rovesciate consecutive e premere Invio per accedere al NAS. Ad esempio, devo inserire \\ 192.168.0.132 per accedere al mio NAS. Lo stesso può essere inserito anche nella barra degli indirizzi della finestra Esplora file.

3. Una volta ottenuto l'accesso al NAS, fare doppio clic sulla cartella Common per verificare se è possibile accedervi.

Poiché la cartella Common è aperta a tutti, per accedervi è sufficiente fare doppio clic sulla cartella. Tuttavia, solo gli utenti legittimi possono accedere alle cartelle Foto e Lavoro con accesso limitato. Facendo doppio clic su tali cartelle si aprirà una finestra di dialogo in cui è possibile inserire il nome utente e la password per l'account appropriato.

Openmediavault5 Guide J03Openmediavault5 Guide J03

Se il campo del nome utente è disattivato, fai clic su "Altre scelte" e seleziona "Utilizza un account diverso". Ciò ti consentirà di inserire qualsiasi nome utente. Selezionare l'opzione "Ricorda le mie credenziali" se si desidera evitare di accedere manualmente ogni volta che si accede alla cartella sulla macchina corrente.

Questo è tutto. Hai creato con successo un NAS con il tuo Raspberry Pi. Ci sono molti progetti che puoi fare anche con un Pi, come eseguire un server Minecraft , un Chromecast fai-da-te o persino una macchina da gioco retrò . Controlla la nostra pagina del progetto Raspberry Pi per progetti più interessanti.

Relazionato:

Nachiket Mhatre Nachiket Mhatre

Crescendo, Nachiket aveva un debole per lo smontaggio di elettrodomestici ed elettronica; la maggior parte dei quali non può essere rimontata correttamente. I suoi genitori non approvavano. In questi giorni, sfrutta la sua ricerca per tutta la vita di dissezionare gadget per scrivere di tecnologia. I suoi genitori ancora non approvano.

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...