certnews logoLinee guida per le app predefinite per browser ed e-mail in iOS 14 annunciate

Gli utenti iOS e iPadOS hanno da tempo desiderato modificare le app di posta elettronica e browser predefinite. Molte delle app iOS native sono fantastiche, ma Mail e Safari non sempre soddisfano le aspettative. Infine, iOS 14 e iPadOS 14 consentiranno agli utenti di impostare app di terze parti come browser e client di posta elettronica predefiniti, ma Apple ha rilasciato linee guida che le app dovranno rispettare per essere consentite come predefinite.

Perché questo è necessario

Puoi dire che puoi usare qualsiasi browser o app di posta elettronica ogni volta che vuoi, e questo è vero – fino a un certo punto. Se vuoi inviare un'e-mail, certo, puoi andare all'app Gmail o Spark (il mio nuovo preferito) e usarla. Se vuoi qualcosa su Google, vai su Chrome o Firefox.

Tuttavia, se fai clic su un link per inviare un'e-mail, si aprirà l'app di posta di iOS. Se fai clic su un collegamento in un'altra app, ti porta a Safari. Ma potresti volere Gmail e Firefox. iOS 14 ti consentirà di impostare le impostazioni predefinite in modo che i collegamenti a clic ti portino alle app desiderate.

Linee guida per le app predefinite di Apple

Molti si chiedono come funzionerà e con quali app funzionerà. Le beta per iOS 14 e iPadOS 14 non consentono ancora di modificare le app predefinite, quindi gran parte di questo è sconosciuto. Molto di più è stato fornito nella documentazione fornita da Apple agli sviluppatori.

Notizie Browser predefinito Email SafariNotizie Browser predefinito Email Safari

Innanzitutto, Apple insiste per ricevere una richiesta diretta. Le app predefinite devono utilizzare un diritto specifico, ma il solo utilizzo non è sufficiente. L'app verrà rifiutata a meno che non venga inviata un'e-mail ad Apple, in particolare chiedendo il permesso di essere utilizzata come app predefinita.

Per i browser Web, la società richiede che vengano fornite le funzioni di base del browser, poiché questo sarà il punto di accesso principale al Web. Il browser deve avere un campo di testo per inserire l'URL e i termini di ricerca e deve anche offrire elenchi di segnalibri. Le app del browser non possono essere create utilizzando UIWebView e devono utilizzare WKWebView più recente.

I browser devono inviare gli utenti all'app che hanno richiesto e fornire avvisi per contenuti sospetti o altre possibili difficoltà.

"Le app che reindirizzano a posizioni impreviste o rendono il contenuto non specificato nel codice sorgente di destinazione non soddisfano i requisiti di un browser Web predefinito", ha spiegato Apple.

Inoltre, vengono rifiutate le app che accedono a dati personali non necessari, come ciò che si trova su HomeKit, l'app Health e i servizi di localizzazione sempre attivi.

E-mail del browser predefinito di notizieE-mail del browser predefinito di notizie

Lo stesso vale per le app di posta elettronica che desiderano essere utilizzate come predefinite. Le app di posta elettronica predefinite devono inoltre fornire le funzioni di base per l'invio e la ricezione di contenuti da qualsiasi indirizzo di posta elettronica. Apple ha anche detto che consentirà le app di posta elettronica che forniscono funzionalità di screening della posta in arrivo controllate dall'utente.

Ogni app verrà esaminata per verificare se soddisfa i requisiti per essere utilizzata come app predefinita. Queste linee guida rigorose impediranno l'utilizzo di app senza browser e non e-mail.

Per l'utente, una volta installato iOS dopo il rilascio in autunno, sarà possibile modificare il browser predefinito e le app di posta elettronica nell'app Impostazioni. Finora, non è incluso nelle versioni beta di iOS 14 e iPadOS 14, ma ha senso da quando Apple ha appena pubblicato le linee guida.

Scopri di più su cosa aspettarti in iOS 14 e scopri tutto ciò che devi sapere .

Notizia certa monitorata da certnews, clicca qui se vuoi aprire una segnalazione

Potrebbero interessarti anche...