Bakeca.it oscurato, annunci incontri sesso con prostitute

17 ottobre 2009 - Fonte: http://www.ultimenotizie.tv

Bakeca.it è l’unico sito web di annunci gratuiti indipendente, nato nel 2005 a Torino dall’idea di un gruppo di giovani torinesi capitanati da Paolo Geymonat, stroncato da un malore nella serata di domenica 13 settembre. Fondatore della Internet company piemontese che oggi riunisce alcuni tra i principali marchi dello scenario dell’Internet marketing italiano (oltre a Bakeca, Easybit, Seolab e Mediastreet) e dal quale altri nuovi e innovativi progetti (Spystory, Scuolazoo) sono partiti in questi mesi per fare della company torinese quel polo della comunicazione unico. La bakeca di annunci gratuiti è un ottimo sito italiano completamente gratuito per la consultazione e la pubblicazione online di annunci economici. Il successo di Bakeca.it è nei suoi numeri: oltre 3 milioni e mezzo...

Leggi il seguito »

Prostitute via internet, il sito web Bakeca.it sotto sequestro

17 ottobre 2009 - Fonte: http://www.ultimenotizie.tv

Da mezzogiorno il sito web Bakeca.it contenente annunci gratuiti e dove si possono pubblicare annunci gratis è rimasto irraggiungibile. Da un primo momento l’utente avrà pensato a un errore tecnico momentaneo oppure a un down del server ma in realtà secondo Il Giornale di Vicenza a seguito di un’indagine della polizia postale su un gruppo criminale dedito al favoreggiamento della prostituzione su alcuni siti internet dove venivano pubblicizzati incontri sessuali a pagamento sono stati sequestrati numerosi personal computer, carte postepay e book fotografici nel corso di perquisizioni eseguite nelle province Vicenza, Brescia e Treviso, mentre a Torino è stato sequestrato uno dei più noti siti in Italia per gli annunci gratuiti on line, www.bakeca.it con media partner il...

Leggi il seguito »

Annunci di escort, relazioni sociali 15 siti sotto sequestro

7 ottobre 2009 - Fonte: http://www.ultimenotizie.tv

Il gip di Bologna, nell’ambito dell’indagine della polizia contro il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione (15 siti internet sequestrati e 4 persone agli arresti domiciliari) ha emesso un decreto di sequestro preventivo, richiesto dalla procura del capoluogo emiliano, per gli annunci pubblicitari contenuti nella sezione “comunicazioni personali” pubblicati sul quotidiano “Il Resto del Carlino”. Esisteva un giro di prostituzione, maschile e femminile, che utilizzava internet per farsi pubblicità: annunci di prestazioni sessuali a pagamento, con tanto di foto, tariffari e un elenco di servizi particolari pubblicati su alcuni siti web e sulle pagine di un quotidiano. È stato smascherato dalla Squadra mobile e dalla Polizia delle comunicazioni di Bologna nell’ambito...

Leggi il seguito »